047_Comune di Rottofreno torna alla ricerca

LOCALIZZAZIONE:

ovest dell'abitato di San Nicolò (43°3'30"24 N 09°32'55"68 E), quota media 65,00 metri s.l.m., area sub-pianeggiante con una pendenza entro 1‰; assi infrastrutturali SP10 (via Emilia est); profondità della prima falda a 60,00 metri s.l.m.

ACCESSIBILITA’ E SERVIZI:

collegamento al casello di Piacenza Ovest della rete autostradale A21 TORINO-BRESCIA ( 10 Km); centro logistico più vicino situato a Piacenza, Le Mose ( >10 Km); scalo merci più vicino situato a Piacenza ( >10 Km); fermata stazione ferroviaria di Rottofreno (

DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI:

La trasformazione urbanistica dell’area deve prevedere il miglioramento delle criticità viarie e dei nodi viabilistici della via Emilia anche se esterne all’ambito. Gli ambiti dovranno essere serviti dal trasporto pubblico e da percorsi ciclabili, collegati alla rete comunale e al capoluogo comunale (ove tecnicamente possibile). In fase attuativa dovranno essere previsti specifici studi di traffico che verifichino la capacità della rete viabilistica principale a servizio dell’area e la capacità delle intersezioni tra la rete locale e quella principale

STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE:

PSC adottato nel 2015

UTENZE:

le utenze non sono presenti nel lotto in oggetto ma i terreni adiacenti presentano rete elettrica, rete idrica, rete gas, rete fognaria (mista acque nere e bianche), allaccio all'impianto di depurazione

OBIETTIVI:

potenziamento aree produttive, offerta di grande struttura commerciale di livello inferiore alimentare e non alimentare, potenziamento dotazioni territoriali; sono richieste aree standard per 18.900 mq (dotazioni pubbliche/azioni perequative); parcheggi pubblici: per le funzioni produttive saranno quantificati in sede di POC, per il commerciale 2 posti auto ogni 100 mq di Superficie Utile

INTERVENTI DI TRASFORMAZIONE:

la trasformazione dell’ambito dovrà essere rispondente ai requisiti delle aree ecologicamente attrezzate di cui all’art. 13 delle norme del PSC. L’attuazione dell’intervento è subordinata a: - Il rispetto delle disposizioni di cui all’art. 36 bis delle Norme del PTCP; - la realizzazione degli adeguamenti necessari relativamente alle reti tecnologiche, con particolare riferimento a quella fognaria acquedottistica; - la verifica di sostenibilità dello stesso, con riferimento particolare all’analisi degli impatti provocati sul sistema viabilistico esistente, ed il concorso alla realizzazione ed al completamento e prolungamento della tangenziale sud Piacenza fino all’intersezione con la SP10 e con la viabilità autostradale; - il concorso all’implementazione della Rete Ecologica provinciale. Gli ambiti dovranno essere attrezzati con adeguati spazi e sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti. È vietato lo stoccaggio di rifiuti di qualsiasi natura alla pioggia libera, prevedendo tettoie o altri tipi di coperture.