016_Comune di Fiorenzuola D'Arda torna alla ricerca

LOCALIZZAZIONE:

nord di Fiorenzuola (44°55’22”80 N 09°54’36”00 E), quota media 80,00 metri s.l.m., area pianeggiante con una pendenza entro 1%; assi infrastrutturali SP462R; profondità della prima falda a 2,00-5,00 metri dal p.c.

ACCESSIBILITA’ E SERVIZI:

collegamento al casello di Fiorenzuola D'Arda della rete autostradale A1 MILANO-NAPOLI (1-5 km); centro logistico più vicino situato a Piacenza, Le Mose (>10 km)

DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI:

la viabilità di indirizzo è costituita da un anello lungo il perimetro dell’intero comparto collegato agli altri insediamenti produttivi per mezzo della viabilità provinciale. In questo modo si persegue il principio di ridurre le intersezioni con la viabilità provinciale, mantenendo il traffico veicolare all’interno degli insediamenti produttivi. La viabilità sarà completata con alberature ad alto fusto, per ricreare la struttura del viale, privilegiandone la collocazione sull’asse est-ovest

STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE:

PSC approvato nel dicembre 2010_PTCP con ambito che sarà soggetto a specifica disciplina in seguito ad accordo territoriale tra i comuni di Fiorenzuola d'Arda e Cortemaggiore

UTENZE:

rete elettrica, allaccio all’impianto di depurazione

OBIETTIVI:

completamento degli insediamenti produttivi sia dal punto di vista fisico che dimensionale, attraverso il riordinamento del disegno complessivo dell’area. Tale ambito sarà attuato come APEA (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata). Gli ambiti specializzati per attività produttive costituiscono aree ecologicamente attrezzate quando sono dotate di infrastrutture, servizi e sistemi idonei a garantire prestazioni particolarmente elevate per la tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente; concorrere all’implementazione della Rete Ecologica provinciale

INTERVENTI DI TRASFORMAZIONE:

definizione dei margini dell’area corrispondenti alle linee di suolo, linee che appartengono all’assetto territoriale consegnatoci dai processi storici; delimitazione a sud del corridoio verde che mette in relazione il nodo di smistamento del casello autostradale con gli ambiti dedicati al parco fluviale; lo spazio pubblico all’interno del comparto è realizzato attraverso l’acquisizione delle aree necessarie alla sola infrastrutturazione degli insediamenti; la quota residua, prevista dalla legge e dalle misure compensative valutate dall’Amministrazione comunale, è messa a disposizione per il raggiungimento degli obiettivi di qualità urbana. L’edificazione dovrà essere arretrata rispetto ai confini dei lotti al fine di formare corridoi di permeabilità visiva in direzione est-ovest. Sono previste aree di riequilibrio

 

Rendering